galateo

Buone maniere, consuetudini e piccole attenzioni. Anche quando si viaggia in taxi è importante seguire un galateo e adottare un comportamento consono che non sempre viene rispettato. Ecco qualche accorgimento da tenere!

 

La chiamata

Sei al posteggio, hai bisogno senza dubbio di un taxi. Ecco perché “sbracciarsi”, gesti plateali e fischi non sono necessari oltre che poco educati. Un piccolo cenno con la mano è più che sufficiente, fidati! Meglio ancora, con il tuo smartphone tramite app puoi prenotare la tua corsa con un semplice, rapido e soprattutto discreto click 😉

La salita

C’è un posto giusto dove sedersi ed è sul sedile posteriore a destra. Se però si è in compagnia di una donna il galateo vuole che sia lei a sedersi a destra. Una volta salito e salutato cortesemente il tassista, potrai riferire la tua destinazione. Il vantaggio di chiamare il taxi con l’app è quello di poter comunicare tramite smartphone la tua meta, così il tassista saprà già dove portarti. Attenzione: ricordati di riferire l’indirizzo in modo chiaro e completo!

Il viaggio parte 1: il gioco del silenzio

Potrebbe capitarti di dover fare un viaggio in taxi un po’ lungo e probabilmente il rischio di interminabili e imbarazzanti silenzi, non sapendo di cosa parlare, ti turba. Non preoccuparti, succede a molti soprattutto a chi non è abituato a viaggiare in taxi. Non è necessario parlare al conducente anzi meglio evitare di dialogare per non distrarlo dalla guida ma anche, diciamoci la verità, per evitare conversazioni banali su meteo e traffico o di annoiarlo con racconti personali. Rispondi cortesemente nel caso fosse lui a intavolare una discussione, altrimenti goditi il viaggio senza pensieri! Puoi consigliare scorciatoie, strade secondarie e tragitti ma ricordati, è il suo lavoro, fidati dei percorsi che sceglie!

Il viaggio parte 2: i divieti

Può sembrare scontato ma, purtroppo, è importante ricordarlo. È assolutamente vietato mangiare e fumare in taxi. Si è pur sempre ospiti e dopo di noi saliranno altre persone, quindi abbi cura di lasciare l’auto così come l’hai trovata. Non dimenticare nulla, non sporcare, non bagnare i sedili con gli ombrelli, non lasciare carte, scontrini, impronte sui vetri, tutti comportamenti davvero poco educati.

Il viaggio parte 3: fattori di disturbo

Una telefonata ci può stare. Spesso si approfitta proprio degli spostamenti in taxi per fare quella chiamata che stiamo rimandando da ore. Se proprio non puoi evitare di parlare al telefono nessun problema, cerca però di non disturbare il tassista parlando a voce troppo alta e costringendolo ad ascoltare le tue conversazioni private. Evita poi di stare al cellulare in prossimità dell’arrivo: è il momento del pagamento e del saluto e il tassista non può attendere i tuoi tempi. Altro possibile fattore di “disturbo”: i bambini! Se hai con te il tuo bambino assicurati che tenga un comportamento adeguato, che stia composto e, soprattutto, che non strilli! 

Il pagamento

Tutti ci provano: lo sconto sulla tariffa. Eppure si sconsiglia di protestare e di tentare contrattazioni imbarazzanti e inutili. Il tassametro calcola la corsa in modo oggettivo, arrotondando per eccesso e per molti percorsi, grazie all’app è possibile sapere prima il costo della corsa per evitare spiacevoli sorprese.

Servizi aggiuntivi

Non tutti i taxi consentono il trasporto di animali, dipende se la vettura è dotata di apposito trasportino e anche dalla taglia dell’animale. Se non puoi separarti dal tuo animale assicurati prima che il taxi svolga questo servizio. Cane piccolo o cane grande? Con appTaxi puoi richiedere espressamente un taxi per trasportare il tuo animale specificando la sua taglia!

 

Anche i tassisti non sfuggono al galateo! Seguici… nel prossimo articolo tocca a loro! 😉