Cagliari

Le vacanze sono alle porte: e tu dove andrai? Noi ti proponiamo gli itinerari di due mete marittime, Cagliari e Palermo, consigliati direttamente dai nostri tassisti del posto! Pronti a perdervi tra monumenti, luoghi storici e locali caratteristici della storia e della tradizione delle due città?

Sei appena atterrato, ti prepari a uscire dall’aeroporto pronto per conoscere la città: Cagliari o Casteddu, come la chiamano i sardi, per entrare già nel clima. Come raggiungere il cuore del capoluogo sardo? Il modo più comodo per spostarsi a Cagliari è sicuramente con il taxi. Oltre a collegare il “Mario Mameli” al centro della città, il taxi offre collegamenti anche con le limitrofe e affascinanti località turistiche balneari: Pula, Teulada, Villasimius, Chia, Costa Rei e Torre delle Stelle.

IL TAXI A CAGLIARI

Nell’ultimo anno l’offerta del servizio taxi a Cagliari è cresciuta, in risposta alla crescente attenzione verso una mobilità sostenibile e in favore di una città sempre più accessibile. Ciò ha determinato nuove corse e tariffe fisse predeterminate per le principali tratte (aeroporto e centro, centro e Poretto ecc.), e l’aumento delle postazioni distribuite per la città con servizio 24h.

ITINERARIO CULTURALE

Se vuoi conoscere la storia di Cagliari e ammirare le testimonianze del passato, il taxi ti porterà con rapidità e facilità attraverso i luoghi più belli e significativi. Quattro sono i quartieri storici che compongono il capoluogo sardo. Il più antico è Castello dove dalla cima della celebre Torre dell’Elefante e della Torre di San Pancrazio potrai ammirare un panorama della città da togliere il fiato. A Castello il taxi potrà portarti a visitare anche la Cattedrale di Santa Maria, la Cittadella dei Musei e il Bastione di Saint Remy: la sua terrazza di giorno ospita mercatini, di sera è centro della movida cagliaritana. Dal Bastione si accede alla città bassa, a Stampace, il “quartiere delle sette Chiese”. L’itinerario in taxi prosegue qui per il Palazzo Civico, sede del municipio, per Piazza Yenne, la piazza principale della città, fino ai resti dell’affascinante Anfiteatro romano. Villanova è il terzo quartiere che incontrerai in questo itinerario fino ad arrivare a Marina. Adagiato sul porto, cuore pulsante di Cagliari, è l’antico quartiere di pescatori e marinai, crocevia di culture mediterranee e del resto del mondo, costellato di botteghe artigiane, trattorie e mercati tradizionali ma anche negozi alla moda, locali e ristoranti dove mangiare locale o gustare piatti dai sapori orientaleggianti. Il taxi si ferma qui: ora puoi perderti tra le suggestive stradine di Marina!

PAUSA NATURALISTICA

Se ami le escursioni naturalistiche, lo sport all’aria aperta, la natura e gli animali, il taxi ti porterà dritto al Parco Molentargius, habitat naturale di numerose specie di uccelli acquatici tra cui i fenicotteri rosa, “sa genti arrubia” (il popolo rosso, così chiamato in sardo). Oppure ti proporrà il parco sul Monte Urpinu per trascorrere momenti di relax e di pace e godersi il panorama di Cagliari.

UN PO’ DI MARE

Tra una visita e un’altra l’ideale è godersi un po’ di sole nelle bellissime coste. Poretto è tra le spiagge preferite anche dai cagliaritani, amata per la sabbia bianca e per i numerosi chioschetti. Se cerchi un po’ di svago e divertimento ogni tassista ti consiglierà senz’altro Villasimius nota, oltre per le splendide spiagge, anche per la vita notturna, i ristoranti, le pizzerie e le discoteche. Un’altra suggestiva località è Costa Rei: otto chilometri di spiaggia con sabbia bianchissima e mare cristallino!

SI MANGIA!

Cosa consigliano i nostri tassisti? Se vuoi provare e acquistare i prodotti tipici di terra o di mare della zona fai un salto al mercato di San Benedetto! È il pesce a dominare i piatti cagliaritani: da provare gli spaghetti ai ricci di mare o la Fregula cun cocciula, una sorta di cous cous con vongole e cozze, o la Sa Cassola, una zuppa ai frutti di mare. Per il secondo punta sul Sa burrida, pesce gatto in salsa, o il porceddu, se preferisci la carne. Anche il panino “caddozzo” a Poetto o il maialetto arrosto insaporito col mirto ti daranno soddisfazioni! Per finire in dolcezza una seade o sebadas al miele, raviolo fritto con ripieno di formaggio fresco e cosparso di miele o i candelaus, con pasta di mandorle e un sapore speziato all’arancia. Non dimenticare di assaporare i vini: il Cannonau  per un buon rosso e il Vermentino per il bianco!